Latest Exhibitions

 

terrumana

solo show

+

ERO-TIC 3

group show

24.25.26 Gennaio 2020

Ve e Sa h11-1.30

Do h11-19

Palazzo Isolani

Via Santo Stefano 16

Bologna

Mi fermo, i miei occhi alzano le mani e si affezionano a un gesto. Percorro una stanza che non esiste composta da materia, segno, a volte dolore. Intonacata di tempo rubato. Un dolore inciso sulla corteccia di un sacco tirato come pelle, diventa esorcismo dell’idiozia e dell’egoismo.

“È la Bellezza... bellezza”

Amore risponde ad amare.

Tavole quotidiane sorridono pitagoricamente, mi sveglio in un bosco dipinto da dipinti. Riconosco un mondo migliore nell’essere ciò che si è. Col diritto di infrangersi nei mille pezzetti di un calice di cristallo caduto sul granito. Moltiplicando la bellezza non perdendola. Ogni segno è un pezzo di anima che si stacca dagli occhi e prende coscienza.

C’è una cosa che ho imparato nella fortuna della mia vita. Non amo la parola artista, perché abusata e quindi ormai esautorata. E mi imbarazza quando lo dicono a me. Ma ho avuto appunto una fortuna, quella di aver condiviso con delle persone che solo a osservarle mi insegnavano il significato di quella parola. Sono persone che vedono dove noi non vediamo nel micro e nel macro cosmo. Persone che riconoscono la bellezza senza piaggeria e che grazie al duro lavoro ce la restituiscono davanti agli occhi e ci liberano. 

Per quello che mi riguarda, non arrivano alle dita gli artisti veri che ho avuto la vera fortuna di incontrare. Marco è assolutamente uno di questi. E poi gli voglio bene. 

Ma questa è un’altra storia... 

Ezio Bosso